L’Assicurazione attraversamento animali selvatici

Il problema dell’attraversamento di animali selvatici

Gli incidenti provocati dagli animali, sono molto più comuni di quel che si crede. I sinistri a causa dell’attraversamento degli animali selvatici possono essere molto pericolosi per l’incolumità dei passeggeri, ma anche devastanti per i mezzi di trasporto, in modo particolare quando ci si trova di fronte ad animali imponenti come mucche o cervi ad esempio. Come tutelarsi da queste eventualità?

Quando si vive o si attraversano zone di campagna o di montagna il rischio di imbattersi in animali selvatici non è così remoto, soprattutto in certi periodi dell’anno come l’inverno, quando gli animali si spostano alla ricerca di cibo. Le tipologie di animali maggiormente coinvolte in questo genere di sinistri sono ungulati artiodattili come per esempio cervidi, bovidi e suidi.

Chi vive in città ad ogni modo non è esente da questa tipologia di rischio alla guida, perché gli animali selvatici sono presenti anche nei centri urbani, basti pensare al problema del randagismo e all’abbandono che affliggono purtroppo molte località.

L’assicurazione per tutelarsi dall’attraversamento degli animali

 

 

La comune assicurazione di responsabilità civile auto non è sufficiente a tutelare il guidatore dai danni provocati dall’attraversamento di animali selvatici. Se la colpa del sinistro è da imputare al conducente del mezzo, anche se coinvolge un animale, non si ha diritto a nessun indennizzo, pertanto si è tenuti al risarcimento dei danni in modo autonomo e si dovrà provvedere in prima persona al soccorso dell’animale investito oltre all’informazione delle autorità competenti per la cura o la rimozione del corpo.

A rispondere in caso di sinistro con un animale selvatico è lo Stato, che a sua volta può demandare la sua competenza a Regioni e Province. Non è garantito un rimborso laddove lungo la via in cui si sia verificato il sinistro sia presente la dovuta segnaletica verticale che rappresenta la possibilità di attraversamento di animali selvatici.

La tutela assicurativa contro i danni provocati da animali selvatici non è una polizza obbligatoria. Queste clausole rientrano in genere nelle calamità naturali o vanno inserite nelle globali complementari. Se si sottoscrivono garanzie specifiche nel caso in cui la causa del sinistro con animali selvatici non sia imputabile al conducente possono essere richiesti i rimborsi per il danno subito dal mezzo.

Per quanto riguarda invece i sinistri provocati da animali domestici o da allevamento, saranno i legittimi proprietari degli animali a rispondere dei danni causati dall’attraversamento di tali animali. I cani sono in genere dotati di microchip, mentre i gatti possono essere riconducibili al padrone tramite medaglietta o richiesta di aiuto alle Asl di competenza.